Informazioni, vacanze, viaggi, turismo, cultura e spettacolo della città di Olbia

Sole, mare, spiagge, alberghi, residence della citta di olbia


Menu sito:
Salta il menu


Area Urbana

Sei nella sezione: Itinerari > Storico culturali

Vai al sotto menu

Area Urbana




Museo Archeologico Comunale

L’edifico sorge sull’Isolotto di Peddone, lungo la strada che porta agli imbarchi passeggeri dell’Isola Bianca ed è antistante il Centro Storico.
Si tratta di una struttura polivalente, prevalentemente destinata all’archeologia olbiese dal Neolitico all’Età Giudicale, con l’aggiunta di alcuni dei 24 relitti delle navi romane e medievali trovati nello scavo del porto antico.
La maggior parte di questi relitti è in fase di restauro e ricostruzione in attesa di una futura "musealizzazione."

Museo cittadino sull'isola di Peddone

Centro storico vero e proprio.

Il centro storico tradizionale della città è da considerare in se stesso ed a tutti gli effetti fedele eredità della città romana e medievale.
Al suo interno le vie disposte a maglie ortogonali rispettano da 2000 anni l’impianto urbanistico romano, perdurato nel suo disegno fino ai tempi attuali.
Il rettangolo compreso tra Via Santa Croce, Via Achenza, Via Piccola, Piazza Regina Margherita, Via Asproni, ricalca fedelmente l’antico tracciato delle mura medievali dell’antica "Civita -Terra Nova", capitale del Giudicato di Gallura nel Medio Evo, notevolmente più piccola della precedente città romana, ma rispettosa dell’antica viabilità.

Chiesa parrocchiale di San Paolo Apostolo

Chiesa del XVIII con al suo interno pregevoli esempi di arte del legno dello stesso periodo (coro, pulpito, altare del Sacro Cuore).
La chiesa sorge nel punto dell’acropoli della città antica, ricalcando il sito su cui sorgeva il tempio punico e romano dedicato a Melkart-Ercole.

Particolare sul Camèanile e la cupola della chiesa San Paolo

Tratto di mura puniche di Via Torino

E’ l’unico tratto delle antiche mura della città punica fondata nel 350 a.C. circa, successivamente restaurate e mantenute anche dopo la conquista romana. Si può osservare un segmento lungo circa 50 metri del tratto occidentale delle mura, in cui si apre una porta della città fiancheggiata dalla base di un’alta torre. La struttura muraria è costruita in grossi blocchi di granito di opera quadrata, alcuni dei quali presentano la caratteristica facciata a vista lavorata “a bugnato”.

Scavi durante il ritrovamento delle mura puniche

Basilica minore (ex cattedrale) di San Simplicio martire

Edificata in più fasi a partire dalla seconda metà dell’ XI secolo, costituisce il monumento medievale più importante della Sardegna nord-orientale, ed una delle chiese più belle della Sardegna.
E’ dedicata al patrono della Città martirizzato, sotto l’Imperatore Diocleziano, nel 304.
Costruita in stile romanico per iniziativa dei giudici di Gallura, presenta la caratteristica esclusiva di essere costruita quasi interamente in blocchi di granito locale.
Rimase cattedrale fino al XIX secolo, quando venne soppressa la Diocesi di Civita (Olbia). Al suo interno resistono importanti resti degli affreschi originali medievali.

Piazzale antistante la Basilica minore di San Simplicio


Assessorato al Turismo del Comune di Olbia | info@olbiaturismo.it

Torna ai contenuti | Torna al menu