Informazioni, vacanze, viaggi, turismo, cultura e spettacolo della città di Olbia

Sole, mare, spiagge, alberghi, residence della citta di olbia


Menu sito:
Salta il menu


Archeologia

Sei nella sezione: Cultura

Vai al sotto menu







Necropoli San Simplicio

Necropoli San Simplicio
L’area archeologica Tempio Necropoli di San Simplicio, la nuova importante sede museale di Olbia, custodisce parte dello scavo archeologico eseguito in occasione dei lavori di riqualificazione dello spazio antistante la Basilica di San Simplicio. Lo scavo, che ha restituito circa 450 tombe di età romana databili dal 200 a.C. al 300 d.C., rappresenta una stratificazione di fasi di culto extraurbano e necropoli che attraversa i primi 2000 anni della storia della città di Olbia, dalla sua nascita con i Fenici fino al Medioevo. Il sito archeologico di assoluto rilievo, fornisce una testimonianza tangibile di Olbia antica, che va ad affiancare l’esposizione di reperti del Museo archeologico, la sua unicità è legata al fatto che si tratta di un sito integrato nella sovrapposizione della città moderna sull’abitato antico e la sua necropoli.


Cortile con vestibolo di accesso al pozzo

Pozzo Sacro di Sa Testa
Proseguendo su Via dei Lidi, sulla strada provinciale 82, si oltrepassa la Zona Industriale, arrivati alla rotatoria si scorge il cartello che segnala il sito.


Resti delle mure dell'antico acquedotto

Acquedotto Romano
Dal lungomare di Via dei Lidi svoltare a sinistra subito dopo il cavalcavia e percorrere la strada asfaltata per circa un chilometro.


Gli scavi che portarono alla luce la fattoria de S?Imbalconadu

Fattoria Romana S'Imbalconadu
La fattoria è situata al km 3 della strada provinciale che da Olbia conduce a Padru.


I resti a forma rettangolare delle Mura Puniche

Le Mura Puniche
Il monumento è ubicato in piena area urbana tra via Torino e via Acquedotto (non lontano dalla Poste Centrali)


Mura di recinzione del Nuraghe Riu Molinu

Nuraghe Riu Mulinu
Raggiungere la chiesa campestre di Cabu Abbas a circa 2,5 Km dal centro. Proseguire a piedi in direzione N.E. sino a trovare un sentiero segnalato che conduce direttamente al complesso


I tredici lastroni frontali costituenti l'esedra della tomba

Tomba dei Giganti
Da Olbia prendere la strada per Loiri e giunti al km 3,3 svoltare a destra, prendendo una strada sterrata per circa 2 Km.


Vista nuraghe casteddu

Nuraghe Casteddu
Da Olbia prendere la strada per Loiri e giunti al km 3,3 svoltare a destra, prendendo una strada sterrata per circa 2 Km.




Assessorato al Turismo del Comune di Olbia | info@olbiaturismo.it

Torna ai contenuti | Torna al menu